skip to Main Content
Come La Bibbia Ha Modellato L’Occidente?

Come la Bibbia ha modellato l’Occidente?

Un discorso di Vishal Mangalwadi dato a Budapest (maggio 2011) nel quale offrì la sua visione affinché il Centro Schuman per gli studi europei diventi una forza lottando per l’anima dell’Europa.

La storia di Robert Schuman e il modo in cui l’Unione europea iniziò fa pensare perché era sessant’anni fa. L’unione europea fu stabilita affinché non ci sia mai più guerra ma unità in Europa.

Il periodico Foreign Affairs di questo mese contiene vari articoli sulla questione di sapere se la crescita della Cina porterebbe ad una terza guerra mondiale. In sfondo a questo articolo era il libro di Niall Ferguson Ascesa e declino del denaro.Lo storico britannico, che insegnò all’Università Harvard, sta guadagnando tanta influenza nella comunità intellettuale. È il guru intellettuale di tante persone chiavi dei media importanti come la CNN. Nel Time Magazine del marzo 2011, Fareed Zakaria argomentava che l’America era in declino e doveva essere distrutta come unica base per una possibilità di ricostruirla, una specie di distruzione creativa. In Ascesa e declino del denaro, Ferguson argomenta che tutto era sistemato per un’altra guerra, a causa della globalizzazione delle finanze. Argomenta che la prima e la seconda guerra mondiale erano un risultato della globalizzazione delle finanze, e che siamo in una fase simile oggi.

Schuman ed i suoi due altri amici cattolici romani erano capaci di parlare di ricostruire l’Europa, di costruire la pace, fortunatamente perché non erano contaminati dall’escatologia protestante, in particolare dall’escatologia americana. Non avrebbero potuto sognare di ricostruire l’Europa avessero studiato al Fuller Theological Seminary, perché l’evangelicalismo americano non sa neanche definire una nazione. Quando Dio dice: ‘farò di te una grande nazione’, se vuol dire che uno avrà tanti bambini e quindi una nazione significa un etnicità, allora questa visione di produzione dell’acciaio e del carbone, di avere la cooperazione al di là dei confini e di costruire un Europa grande e prospera, una terra in cui scorre il latte e il miele, non è adatta.

Recuperare il Sogno Europeo

Il Centro Schuman per gli Studi europei inizia a fronteggiare questa realtà e ha lo scopo di recuperare questo sogno vecchio di sessant’anni, cioè di costruire un Europa grande e pacifica, di essere una benedizione per l’Africa e per tutte le nazioni della terra. Questa era la promessa di Dio ad Abraamo: “Farò di te una grande nazione e attraverso te benedirò tutte le nazioni. Renderò tutte le nazioni grandi”(secondo Genesi 12:2). Questa visione richiede una comprensione di quel che è una nazione. Fortunatamente, l’altra sfaccettatura del fatto che erano tre cattolici che avevano una visione per l’Unione europea era che la loro comprensione di una nazione era molto diversa.

La Riforma protestante non ha soltanto spezzato la chiesa cattolica romana. Ha spezzato Il Sacro Romano Impero. Il concetto di Stato-nazione era nato (ad esempio le sette provincie dell’Olanda diventarono la Repubblica delle Sette Provincie Unite). Era questa una comprensione biblica di ciò che è una nazione? Se è il caso, potrebbe questo concetto essere applicato a tutti gli stati d’Europa? Inoltre, può una nazione essere ridefinita non solo per costruire una grande Europa ma anche per costruire una grande Africa? Queste sono nazioni che il Centro Schuman per gli Studi europei deve studiare, perché anche se una guerra non dovesse accadere, un crollo economico può accadere.

Il crollo dell’economia americana avrebbe degli effetti devastanti sull’Europa. In questo caso, tanti presupposti fondamentali dovrebbero essere ridefiniti. Non sarebbero semplicemente dei presupposti secolari. Delle discussioni teologiche dovrebbero accadere. L’escatologia dovrebbe essere ripensata. Dovremmo riconsiderare se il presupposto di Martin Lutero, che l’anticristo doveva venire da Roma, era corretto o no. E quindi dovremmo ripensare se la tradizione protestante era corretta in questo campo o no. Queste questioni dovrebbero essere trattate e discusse onestamente se una nuova Europa dovesse essere costruita.

The Book That Made Your World

Avrei dovuto dedicare il mio nuovo libro The Book That Made Your World[1]a Prabhu Guptara qui presente. È stato un mio fratello maggiore, mentore, una fonte costante di sostegno e una guida per circa 12 anni in cui ho lavorato su questo libro. Tuttavia, ho scelto di dedicarlo ad Arun Shourie, e credo che Prabhu sarà d’accordo. È un parlamentare indiano e fu ministro del partito militante indù che governava per tanti anni. È stato anche il direttore della più grande catena di giornali in India.

Arun Shourie sferrò l’attacco più feroce in India contro le missioni cristiane, considerandole non come un tentativo di benedire ma di soggiogare l’India. Sferrò inoltre l’attacco più feroce contro la Bibbia, dicendo che era un libro irrazionale pieno di assurdità e di contraddizioni, un’opera soltanto per i stupidi. Ho quindi deciso di dedicargli questo libro siccome ha scosso la fiducia nella Parola di Dio di tanti cristiani in India. Ringrazio ugualmente Os Guinness qui presente perché era uno dei primi ad incoraggiarmi a iniziare questo libro e a farne una serie televisiva, cosa che non è ancora successa.[2]

Iniziai a studiare questa questione seriamente perché, nel 1980, il sovrintendente di polizia della mia città, un distretto dove lavoravo con i poveri, mi invitò nella sua dimora che datava dai tempi coloniali di Bangalore. Mi offrì del tè, dei biscotti ed altre specialità indiane mentre era al telefono, parlando con agenti di polizia e dando le sue istruzioni. Poi si è seduto per dirmi che aveva letto tutte le buonissime recensioni del mio primo libro The World of Gurus[3]Aveva sentito tante élite nel distretto dirgli che facevo qualcosa per i poveri, ciò che nessuno aveva fatto mai prima in India. Poi mi disse: “con tutto il rispetto che ho per lei e per quel che lei fa, l’ho chiamata qui per chiederle di annullare la riunione di preghiera che lei ha previsto per mercoledì prossimo, e voglio che lei capisca che se non l’annullerà, l’ucciderò io personalmente!”

C’era qui una contraddizione tra il modo in cui mi stava trattando e quel che mi diceva, e quindi non potevo prenderlo sul serio. E lui aveva capito che non lo prendevo sul serio perché spese un ora a raccontarmi quante personalità pubbliche aveva ucciso nella sua carriera da poliziotto senza nessun processo, nessun giudice o tribunale coinvolto. Insistette che se non annullavo questa riunione, mi ucciderebbe. Gli risposi: “Va bene! Mi consenta di andare a parlare con mia moglie per chiederla se è d’accordo di diventare vedova e poi deciderò.”Ne abbiamo quindi parlato e abbiamo pregato con la nostra comunità. Decidemmo che esisteva una Parola sopra la parola dell’uomo, dei re, dei governi e delle autorità, e che dovevamo obbedire a questa Parola, dovevamo fare ciò che dovevamo fare e lo stato poteva fare ciò che voleva e ciò che aveva bisogno di fare. Fortunatamente, la stampa locale mi sostenne, e quindi finalmente fui sbattuto in galera. Ora mi domandavo se mi ucciderebbe quando uscirei da lì o meno. 

Questi giorni in galera diventarono un tempo eccellente di ritiro, quando ero capace di pensare davvero sul modo in cui l’Occidente era stato capace di creare delle nazioni giuste, libere e prospere. Siccome stavo lavorando con i poveri, cercando di cambiare il loro destino, mi chiedevo come potevamo portare un tale cambiamento? Cosa potevo imparare dall’Occidente? In quei tempi, ritenevo che l’Occidente era un luogo civilizzato che aveva stabilito brillantemente lo stato di diritto, dove un poliziotto non poteva semplicemente uccidere un servo pubblico innocente. Certe cose stanno cambiando adesso.

Legittimità e giustizia

Quando il presidente americano Barack Obama aveva appena ucciso Osama Bin Laden, disse che giustizia è stata fatta. Questa non era di certo giustizia civile. Non era neanche una guerra giusta. Se Osama Bin Laden avesse tirato in risposta al soldato che tirava su di lui, sarebbe stata una guerra giusta. Ma era disarmato nella sua stanza.

Era legittimo? Si! Osama Bin Laden ha lanciato una guerra che lo ha ucciso. Questo era ciò che disse Barack Obama. Quindi sarebbe legittimo e corretto. Ma era giusto? Giustizia è stata fatta?

Il problema è che delle università quali la Harvard non possono più parlare di giustizia. Il termine ‘guerra giusta’ è un invenzione della teologia medievale europea, persino della teologia nordafricana (attraverso Tommaso d’Aquino, Sant’Agostino ed altri). Presuppone che esiste un Dio, la cui Legge e la cui Parola dovrebbero regnare: che la giustizia dovrebbe regnare sulla forza. Quindi, anche se l’azione del presidente Obama era legittima sebbene non era giustizia, cosa possiamo dire su quel che la Gran Bretagna e la Francia stanno facendo in Libia quando uccidono i nipoti di Muammar Gheddafi? L’anima occidentale sarà proprio incapace di distinguere tra giustizia ed ingiustizia?

Nel film Avatar, James Cameron mostra il possibile futuro del mondo (avatar è una parola indiana significando incarnazione). Prima gli eroi di Hollywood salvavano il mondo dai cattivi che venivano dallo spazio per distruggere questa terra. Ora, Cameron sta dicendo che abbiamo bisogno di un incarnazione per salvare il mondo e lo spazio dall’America, perché questa terra potrebbe diventare il più grande terrore per il mondo, un’economia secolare sospinta dall’avidità e sostenuta da un esercito tecnologicamente invincibile.

L’anticristo del 20° secolo fu dato dall’Europa, dalla prima nazione protestante, la Germania. Potrebbe l’America dare l’anticristo del 21° secolo? Cameron dice che può e che lo farà almeno che ci sia un’incarnazione, un umano ricreato, perché nessuna forza politica o militare può davvero resistere contro l’America. Quindi queste sono questioni serie.

L’unità europea

Sono felicissimo che il Centro Schuman per gli Studi europei accetta l’incarico di lottare con queste questioni nella costruzione di questo centro di ricerca. Ecco perché: studiare e pensare a queste questioni è effettivamente la responsabilità primaria, prima dell’azione. La teologia evangelica americana non sarà interessata a queste cose perché sta aspettando l’anticristo. È un invenzione dell’escatologia americana ma non è un’idea biblica.

La teologia evangelica americana sta aspettando il rapimento, cioè che dobbiamo essere portati via e quindi non dovremmo costruire un Europa pacifica che può trasformare l’Africa, l’Asia ed altre nazioni. Questo è il tipo di sfida che accettate e richiederà delle decisioni coscienti. È veramente la missione di Dio? Dio era serio quando diceva: “Farò di te una grande nazione e attraverso te renderò tutte le nazioni della terra grandi”? È questo il suo proposito?

Strada facendo, sia il protestantesimo sia il cattolicesimo romano dovranno cambiare. Gente del tipo di Robert Schuman dovrà fare i conti con la comprensione di una definizione biblica di quel che è una nazione e a cosa assomiglierà nel futuro. Era accettabile che Schuman non l’aveva ma è una debolezza del cattolicesimo romano. La realtà è che, prima della Riforma, il cattolicesimo aveva unito la maggioranza dell’Europa. Poi la Riforma ha spezzato questa unità. E ora, l’Unione europea è diventata un tentativo dell’umanesimo secolare, il modernismo ed il postmodernismo di unire l’Europa in base al razionalismo e l’economia. Questo è un problema!

L’umanesimo secolare non può sostenere l’Europa semplicemente perché non può creare una chiesa. Il secolarismo non può neanche creare e sostenere una famiglia. La cultura del diritto distruggerà sia il capitalismo americano, sia la sicurezza sociale, le pensioni e i servizi sanitari europei.

La risposta assoluta a queste questioni è il quinto comandamento: ‘Bambini, onorate i vostri padri e le vostre madre’. Questo presuppone una visione della famiglia, dei genitori avendo e elevando i bambini e dei bambini onorando i loro padri e le loro madre. Queste sono questioni che l’umanesimo secolare non può trattare. Il genere di sistema economico che è cresciuto negli ultimi sessant’anni in America ed in Europa deve crollare. Ma se dovesse essere ricostruito, queste questioni, che sono profondamente filosofiche, teologiche, morali ed etiche, dovranno essere discusse.

Inchiodare le nostre tesi

Quindi, cos’è la mia visione per il Centro Schuman per gli Studi europei? Fino al 2017, quando si celebrerà il 500° anniversario della Riforma, la battaglia per l’anima dell’Europa sarà davvero attivata. Chi la plasmerà? Di cosa sarà fatta? Da dove verrà il suo DNA, le sue idee filosofiche, etiche, morali e politiche di base? Quale sarà la sua filosofia di guerra e di giustizia? Da dove verrà?

Non basta che la chiesa insegni la visione biblica del mondo ed che evangelizzi. Lutero non insegnava una visione biblica del mondo. Quando inchiodò le sue novantacinque tesi alla Chiesa del castello di Wittenberg, non stava soltanto insegnando dei motti come la giustificazione mediante la fede sola o la grazia sola o la scrittura sola. Stava confrontando tutto l’insegnamento della sua università, cosiccome di tutte le università d’Europa. Stava confrontando ciò che la chiesa insegnava e ciò che lo stato credeva.

Nei prossimi anni, mentre il vostro centro di ricerca funzionerà, dovrete padroneggiare il coraggio di confrontare i vostri rivali, inchiodare le vostre tesi, e credo che questo dovrà essere fatto sull’internet. Propongo che creaste una specie di Wikipedia nel quale tutto quello che ogni professore sta insegnando in Europa sarà scritto. Questa biblioteca spiegherebbe agli studenti ciò che è falso con l’insegnamento dei loro professori, le domande che dovrebbero essere poste e cos’è la verità. Ciò aiuterebbe gli studenti a sapere come discutere e come trovare la verità. 

Immaginate un’aula dove un professore da una lezione d’economia, di storia o di qualsiasi altro tema. Mentre il professore insegna, uno studente è sul suo cellulare o iPad, avendo già ascoltato la stessa lezione data dallo stesso professore l’anno precedente, ed avendo pure letto i commenti legati a questo tema dal vostro centro di ricerca. Lo studente saprebbe quale tipo di domande dovrebbe porre al professore. Alzerebbe la mano, porrebbe le domande e confronterebbe il professore.

Era il genere di cose che Lutero faceva, e questo spinse gli studenti a mettere in discussione la saggezza delle università. È una cosa del genere che fa The Book That Made Your World. Ed è ciò che vi proporrei come sfida per il Centro Schuman per gli Studi europei, se volete diventare una forza lottando per l’anima dell’Europa. Dovreste creare una rivoluzione intellettuale nella quale ogni studente in ogni aula può iniziare a demolire il pensiero secolare, il pensiero pagano ed il pensiero postmoderno, e poi accedere alla verità per diventare una grande Europa ed una benedizione per il mondo intero.


[1]‘Il Libro che fece il vostro mondo’ – il titolo non esiste in italiano

[2]Sei anni più anni, nel 2017, Vishal Mangalwadi creò una serie di podcast. Per maggiori informazioni, visitare truthmatters.tv

[3]’Il mondo dei guru’ – titolo non disponibile in italiano.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top