skip to Main Content

Perché Robert Schuman?

Il 9 maggio 1950, Robert Schuman, ministro francese degli Affari esteri, proponeva al suo collega tedesco, Konrad Adenauer, che le loro due nazioni dovrebbero formare insieme la Comunità europea del carbone e del acciaio (CECA), invitando altre nazioni europee a raggiungerle, piazzando le loro industrie di carbone ed d’acciaio sotto un autorità sovrana condivisa.

L’obiettivo era di consolidare la riconciliazione del dopoguerra ed evitare l’insorgenza di ogni macchina da guerra futura stimolata da queste industrie.

Questa era la prima tappa audace verso l’Unione europea attuale. Robert Schuman è quindi considerato il padre dell’Unione europea odierna.

Tuttavia, la visione di Schuman per l’Europa era per

Una ‘comunità di popoli profondamente radicata nei valori cristiani.

Nella sua corrispondenza con Adenauer, questi due cristiani devoti parlavano dell’opportunità provvidenziale che avevano ricevuto per ricostruire l’Europa su delle fondamenta cristiane.

Queste origini di questa grande esperienza politica che ha cambiato in modo irreversibile le vite degli Europei sono state dimenticate nei resoconti secolari della storia dell’Unione europea. Nel corso degli ultimi anni, i compatrioti di Schuman si sono opposti alla menzione delle radici cristiane nella proposta della costituzione dell’Unione European, nel nome della laïcité, una visione particolarmente francese della separazione della chiesa e dello stato.

Vedi un video sulla Dichiarazione Schuman

Perché il Centre Schuman per gli Studi europei?

Il Centro Schuman per gli Studi europei cerca di promuovere la ‘visione originale’ per questa ‘comunità di popoli’, dimostrando che rappresenta una prolungazione autentica del passato dell’Europa, una fondazione sostenibile per il futuro dell’Europa, ed un quadro credibile per impegnarsi nelle sfide del presente.

‘L’Europa’ è tuttavia molto più grande dei soli paesi membri attuali dell’Union europei. Per gli obiettivi di questo centro, l’Europa è definita come compresa dai paesi ad est dell’Atlantico, al nord dell’Africa e ad ovest delle montagne dell’Ural, compresi la Georgia e l’Armenia.

La nostra missione

Promuovere delle prospettive bibliche sul passato, il presente ed il futuro dell’Europa, informare un impegno sociale, culturale e spirituale efficace, verso ‘una comunità di popoli profondamente radicata nei valori cristiani di base’.

In Pratica

Il Centro Schuman è un centro virtuale, interdisciplinare, con una rete crescente d’associati nei Paesi Bassi, in Romania, in Finlandia ed in Lettonia.

Il centro cerca di lavorare con istituzioni avendo degli interessi comuni, e trattengono dei legami relazionali con:

Il Centro Schuman si collega con la sfera accademica, il settore senza scopo di lucro ed il mondo della missione.

I traguardi desiderati

Una conoscenza più ampiafra i cristiani di ogni età, dell’influenza senza paragone ed onnipresente della Bibbia e della visione biblica del mondo nel passato dell’Europa.

Una consapevolezza più grande, fra  dirigenti ed organizzazioni di chiese, delle sfide e delle opportunità che i Cristiani affrontano in Europa oggi, e come risponderci.

Una prospettiva più largafra i dirigenti ed organizzazioni di chiese, delle opzioni per l’Europa di domani, e di quale genere di società piacevole a Dio i Cristiani dovrebbero pregare ed operare.

Una cooperazione incrementata fra i ricercatori, i docenti, i dirigenti e lavoratori cristiani, in tutta l’Europa per un impegno efficace nella società.

Un clima più ricettivo, fra il grande pubblico, verso la Bibbia ed il suo messaggio in Europa 

Struttura

(presentata a breve)

Chiarimento

Il CENTRO SCHUMAN PER GLI STUDI EUROPEI non va confuse con le istituzioni seguenti:

  • La Fondation Robert-Schuman (Fondazione Robert-Schuman), fondata nel 1991 dopo la caduta del Muro di Berlino, stabilita a Parigi e Bruxelles nello scopo di promuovere i valori e gli ideali europei, sia dentro sia fuori, le frontiere dell’Unione. La Fondazione, che è un centro di ricerca di riferimento, sviluppa degli studi sull’Unione europea e le sue politiche, facendo la promozione del suo contenuto in Francia, in Europa ed in tutto il mondo. Vedi robert-schuman.eu
  • Il Robert Schuman Centre for Advanced Studies (RSCAS)/Il Centro Robert Schuman per gli studi avanzati è consacrato alla ricerca interdisciplinare, comparativa e politica sui problemi maggiori del processo europeo d’integrazione. Il RSCAS è stato stabilito nel 1992, in qualità di centro dell’Istituto universitario europeo a San Domenico di Fiesole (vicino a Firenze in Italia). Vedi eui.eu/DepartmentsAndCentres/RobertSchumanCentre/Index.aspx
  • Il Centre d’Etudes et de Recherches Européennes Robert Schuman (CERE)/ Il Centro di Studi e di Ricerche europee Robert Schuman, basato a Lussemburgo, fu fondato nel 1990 nell’ambito di promuovere la conoscenza della storia dell’unificazione europea.

La nostra squadra

Jeff e Romkje Fountain (Amsterdam, Olanda) sono gli iniziatori del Centro Schuman per gli Studi europei. Si sono traslocati ad Amsterdam nel dicembre 2017 dopo aver vissuto oltre 40 anni nella campagna olandese, lavorando con il centro di formazione di YWAM (Gioventù in Missione) Heidebeek. Romkje è stata la fondatrice di YWAM Olanda ed ne ha presieduto il consiglio nazionale fino al 2013. Jeff era direttore di YWAM Europa  per 20 anni, fino al 2009. Jeff ha presieduto la Tavola rotonda Hope for Europe (Speranza per l’Europa) fino al 2015, mentre Romkje dirige la rete Women in Leadership (Donne in Leadership). Jeff è l’autore di Living as people of hope, Deeply Rooted ed altri titoli in inglese (vedi shop), e scrive inoltre il pensiero della settimana, una cronaca settimanale su temi legati all’Europa. Romkje dirige insieme a Jeff i Giri dell’Eredità e lo aiuta nella gestione degli eventi. Hanno tre figli sposati, e sette nipoti.

Cédric et Elina Placentino (Haukivuori, Finlandia)

Cédric è responsabile del Centro Schuman per l’Europa di lingue italiana e francese.

sono una coppia interculturale ed internazionale. Elina è finlandese, ma è cresciuta tra la Finlandia e l’Inghilterra. Seppur cresciuto in Belgio, Cédric è italiano. Con le loro due figlie, hanno lasciato il Belgio nel maggio 2015 per traslocarsi nel paese nativo di Elina. Titolare di un master in linguistica, Elina scrive del materiale per bambini legato agli obiettivi del Centro Schuman e traduce i pensieri della settimana di Jeff in finnico. Cédric, formato in qualità d’ingegnere universitario, ha raggiunto il Centro Schuman nel 2013. Gestisce il sito internet del centro, traduce i pensieri della settimana in francese ed in italiano, e legge le versioni audio in inglese, in francese ed in italiano.

Ineta Lansdowne (Rīga, Lettonia) ha lavorato per delle missioni e degli sviluppi di comunità in Asia del sudest dal 2004 al 2016. Ha completato degli studi sulla Riconciliazione e la Giustizia in Inghilterra, e si è focalizzata sulle relazioni internazionali ed interreligiosi nel contesto mondiale ed europeo. Ha partecipato a vari progetti di riconciliazione in Inghilterra, in Lettonia, in Tailandia, nel Myanmar. Scrive inoltre degli articoli per il Centro Schuman e per il suo blog (peaceroads.com). Attualmente, studia Teologia e Religioni mondiali all’Università di Lettonia.

Mari Blaj (Iasi, Romania): Mari è titolare di un diploma in Linguistica della Facoltà di Lettere ed ha ottenuto un master in Cultura e Civilizzazione mediterranea alla Facoltà di Storia dell’Università di Stato di Iasi. Nel frattempo, ha pure studiato la visione cristiana del mondo al Collège des Humanités et des Etudes internationales, all’Università delle Nazioni in Svizzera. Mari ha lavorato nella pubblicazione prima di raggiungere il Collège des Humanités et des Etudes internationales de l’Université des Nations, dove insegna sulle cause della povertà e sull’introduzione alla visione cristiana del mondo. Questi ultimi 15 anni, ha parlato e pensato in vari paesi di 4 continenti, da San Pietroburgo a Santiago di Cile, da Praga ad Erevan fino a Bombay. Ha inoltre servito dei progetti umanitari in Africa (Mali, 2000 e Tanzania, 2012, 2013 e 2014). Hobby : idee, politica e giardinaggio.

Lavinia Besliu (Iasi, Romania): Lavi possiede un diploma in storia ed è dottore in Relazioni internazionali all’Università di Stato di Iasi in Romania. Nel 2010-2011, ha studiato gli Studi culturali e comparativi religiosi al Collège des Humanités et des Etudes internationales all’Università delle Nazioni. Questi ultimi anni, Lavi è stata formata in storia orale nell’Istituto di Storia orale di Cluj. Dopo la sua formazione all’Università delle Nazioni, ha raggiunto YWAM Iasi in qualità di addetta a tempo parziale. Lavi continua ad insegnare la storia in una delle scuole più apprezzate della città, il Collegio Richard Wumbrandt. Dal 2012, ha iniziato con Mari l’ufficio rumeno del Centro Schuman per gli Studi europei. Oltre al suo lavoro per il centro in qualità di ricercatrice, era ed è tuttora coinvolta in vari progetti di ricerca usando la mitologia di storia orale, sia in Romania sia in Africa del Nord, focalizzandosi sul comunismo, sul post comunismo e sui valori europei nei paesi musulmani. Hobby: relazioni internazionali, gente semplice, educazione, Tunisia, Tanzania.

Laura Mihaly (Cluj-Napoça, Romania) è sposata con Florin ed ha due bimbi: Sergiu ed Andrei. Insieme a suo marito, ha iniziato un nuovo ministero a Cluj-Napoça, per formare dei leader cristiani vivendo i valori biblici nelle varie sfere della società. Insegna nelle scuole YWAM, organizza dei programmi per le scuole pubbliche locali e dirige un gruppo di gioventù nella chiesa locale. I suoi interessi recenti sono nella storia orale.

Alyssa Leiding (Amsterdam, Olanda). Originaria del Canada, lavora con YWAM da 4 anni, dopo aver seguito una Scuola di Formazione di Discepoli in Inghilterra e, più tardi, essere tornata in Europa per giungersi alla YWAM a Skien (Norvegia), dove ha vissuto negli ultimi due anni. Alyssa desidera vedere la verità di Dio impattare ogni area della società e che ogni persona possa conoscere e credere in ciò che Dio li ha creati ad essere. Attualmente, Alyssa lavora nella preparazione di eventi e di corsi con il Centro Schuman e partecipa a questi eventi dappertutto in Europa durante l’anno, ed effettua altri lavori pratici.

Pr. Dr. Evert Van der Poll (professeur invité)

Evert e sua moglie Yanna sono olandesi ma vivono nel sud della Francia da parecchi anni, coinvolti nell’impianto di chiese e nell’opera accademica. Evert è professore di Studi religiosi e di Missiologia alla Facoltà di teologia evangelica ad Heverlee, vicino a Lovagno in Belgio. Il suo libro Europe and the Gospel offre una panoramica sulle origini e sulla natura dell’Europa, legando gli sviluppi europei contemporanei all’influenza formatrice del Cristianesimo. Il paradosso dell’Europa, egli dice, è di essere il continente più formato dalla Bibbia, ma anche dalla reiezione della Bibbia e del suo messaggio. Evert ha insegnato per il Masterclass con Jeff ad Amsterdam, Ginevra e Bruxelles, ed ha contribuito frequentemente al Foro sullo stato dell’Europa.

Come posso essere coinvolto?

Il personale è composto di membri YWAM a tempo pieno, mentre gli associati possono essere dei volontari a tempo parziale e non affiliati, o affiliati con altre organizzazioni o movimenti. Costruiamo una nuova squadra e cerchiamo del personale e degli associati per aiutare nell’organizzazione, la pubblicità, la gestione finanziaria, la scrittura, la gestione del sito web e la gestione degli eventi.

Potete contattare jeff@schumancentre.eu

Back To Top