skip to Main Content
Il Fattore Heed

Il fattore heed

San Valentino sarà già la settimana prossima. Ciò significa che la “Settimana del matrimonio” inizia questa settimana, giovedì 7 febbraio. Per chi ha il privilegio di essere sposato, oppure per chi è una relazione senza impegno, è il momento giusto per valutare la salute delle nostre relazioni e della loro probabilità di durare.

Perché anche se lo “sviluppo sostenibile” sembra essere un concetto accettato da tutti come una necessità per il futuro della società e del nostro pianeta, paradossalmente, pochi sembrano preoccuparsi dello sviluppo relazionale sostenibile. Le relazioni in serie oppure simultanee sembrano essere molto accettabili nelle nostre società attuali.

Dr John Gottman, nel suo libro “What makes love last?” (cosa permette all’amore di durare?), si riferisce a ricerche approfondite negli Stati Uniti mostrando che le coppie coabitando senza impegno hanno di solito una relazione con un debole livello di fiducia. Anche se i ricercatori si aspettavano di scoprire che, più tempo una coppia viveva insieme più i loro livello di fiducia rispecchierebbe quello di una coppia sposata, la loro ricerca ha in realtà mostrato l’opposto.

Quando ci si pensa, è logico. La ragione per la quale uno non s’impegna è che vuole mantenere le sue opzioni aperte. Forse un giorno apparirà qualcuno di più attraente. Forse si vedono pochi matrimoni durevoli intorno, fra i colleghi, gli amici, i genitori, i colleghi di lavoro o in famiglia. Nella nostra società ‘selfie’, meno persone ancora sembrano essere pronte a fare il sacrificio necessario per una relazione consacrata a lungo termine che mette la priorità su tutti gli altri obiettivi e sogni, tali la carriera, l’esaltazione sessuale o “l’auto-autenticazione”.

Patto

Il matrimonio non è esclusivamente un concetto biblico. Le società e le culture hanno praticato delle espressioni di matrimonio ben prima che la Bibbia diventasse realtà. Il matrimonio è ampiamente riconosciuto come parte dell’ordine naturale, affermato dalla volontà rivelata di Dio, come nel resoconto della Genesi sulla creazione dell’uomo e della donna come essendo degli esseri complementari formando insieme “una carne”. Qui è la componente di base della razza umana, la più piccola unità necessaria favorendo il futuro dell’umanità.

Il matrimonio biblico è basato sul patto, o l’impegno incondizionato, simile a quello che Dio ha iniziato con gli umani. Tanti oggi pensano in termini di contratto – finché le cose vanno bene, fin quando qualcuno di più attraente appaia, condivideremo le nostre vite insieme. Ma il patto è per la conservazione: “da questo giorno, per il meglio e per il peggio, nella malattia come nella salute, fino alla morte.”

Il patto è a sua volta basato sul concetto biblico di hesed, una parola ebraica tradotta variamente come benignità, gentilezza, fedeltà, misericordia, bontà, lealtà ed amore saldo. Hesed è un attributo del carattere di Dio (Esodo 34:6-7). Il profeta Michea articola il dovere del popolo di Dio di praticare la giustizia e di camminare umilmente con il loro Dio (Michea 6:8)

La settimana del matrimonio“, diventata popolare in vari paesi d’Europa e del mondo intero, è un opportunità di considerare il fattore hesed, la nostra lealtà, nelle nostre relazioni.

Gottman ha sviluppato un metodo scientifico di misura del fattore di fiducia in una coppia, qualcosa che chiama la Metrica di fiducia. Perché non fare questo controllo semplice in linea insieme e non discutere dei risultati intorno ad una cena a lume di candela questa settimana?

Tradimento

Il libro di Gottman suggerisce ugualmente i dieci modi seguenti secondo i quali possiamo tradire il nostro amore:

  1. Impegno condizionale : “Sono qui per te… finché qualcuno di migliore si presenterà.”
  2. Una storia non sessuale : avere una ‘moglie al lavoro’ o un ‘marito al lavoro’ può sembrare innocente ma se pensiamo che il nostro coniugo/la nostra coniuga sarebbe scomoda se vedesse le nostre interazioni con il nostro/la nostra collega, c’è pericolo.
  3. Mentire : Le menzogna proferite per mantenere la pace sono una violazione della fiducia e del hesed.
  4. Formare une coalizione contro il compagno : la moglie e la madre contro il marito; o il marito e la madre contro la moglie.
  5. Assenteismo o freddezza : la nostra assenza nei momenti vitali di bisogni emozionali può contribuire ad una spirale relazionale regressiva.
  6. Recesso d’interesse sessuale : qualsiasi la ragione – l’invecchiamento, l’aumento del peso, i paragoni negativi, se questo recesso non è indirizzato onestamente e con amore, la sofferenza ed il rigetto possono pregiudicare la relazione.
  7. Il disprezzo : un atteggiamento sprezzante e superiore è un abuso emozionale espresso sia attraverso gli insulti sia attraverso le offese sottili.
  8. L’ingiustizia : la vita non è sempre giusta, ma una relazione d’amore, a lungo termine, dovrebbe essere un rifugio contro l’ingiustizia. Le fonti comuni di conflitto legate all’ingiustizia sono i lavori domestici, le finanze ed i bambini.
  9. L’egoismo : lo sviluppo sostenibile significa che i compagni hanno bisogno di abbandonare i loro propri bisogni per il bene comune.
  10. Rompere le promesse : un giuramento o un accordo spezzato è critico come una menzogna intenzionale. Le promesse non rispettate ostacolano la fiducia mutuale.

Se ogni coppia discutesse di questa lista almeno una volta all’anno, identificando i settori di vulnerabilità, ci sarebbe più hesed nello sviluppo relazionale sostenibile nel mondo.

Jeff Fountain

Per altri articoli di Jeff Fountain, visitate www.weeklyword.eu/it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top