skip to Main Content
Cosa Ci Riserva Il Futuro?

Cosa ci riserva il futuro?

Cosa ci riserva quest’anno? A prima vista, non ci sono tante cose con le quali essere ottimisti per il 2019.

Un assenza deplorevole di dirigenza è apparsa sia in Europa sia nel mondo intero, lasciando un presentimento d’instabilità più grande e di crescita della politica dell’uomo forte. Cosiccome negli ultimi anni, il populismo continua a polarizzare ed a destabilizzare. Le prossime elezioni del Parlamento europeo minacciano di andare avanti con questa tendenza. Il Brexit risulta essere un processo perdente per entrambi i campi, minando le energie e la buona volontà di tutti quelli che sono implicati. Chissà cosa accadrà dopo il 29 marzo? Ecco un video utile spiegando le opzioni. Tutte possono farci voler tornare indietro, andare a dormire e svegliarci fra un anno, sperando in qualche miracolo.

Vorrei quindi offrirvi un po’ d’incoraggiamento.

In primo luogo, in tanti domini, il mondo va meglio, non peggio, come lo ripeteva il professore popolare svedese Hans Rosling al suo pubblico fino alla sua morte all’inizio dell’anno scorso. Eppure, molti di noi hanno una visione eccessivamente negativa del mondo, lui spiegava, perché selezioniamo i fatti attraverso un filtro mentale che favorisce l’informazione drammatica, creando una paura ed una tensione inutile. Rosling diventò mondialmente celebre attraverso il suo TED talk del 2006 ed i suoi video ulteriori su youtube presentando dei fatti e dei dati sulla povertà, la salute, la popolazione mondiale, l’educazione, l’ambiente, ecc. Ad esempio, anche se molti di noi credono che la proporzione della popolazione mondiale vivendo in povertà estrema è rimasta la stessa, o ha quasi raddoppiato, lui dimostra che è stata ridotta di quasi la metà negli ultimi 20 anni. Il suo libro Factfulness è utilmente riassunto qui (in inglese).

Prendete una pausa di quattro minuti per guardare questo video della BBC (in inglese) nella quale Rosling parla dei progressi notevoli nel mondo in termini di prosperità e di sanità nel corso degli ultimi 200 anni. Come lo scrivevo recentemente, le missioni cristiane hanno avuto un ruolo rilevante in questo progresso. Negli ultimi 70 anni, da quando Rosling (ed io) siamo nati, il progresso è stato spettacolare. Era 70 anni fa che Robert Schuman presentava la sua proposta per un modo per i paesi europei di poter lavorare in cooperazione ravvicinata per il bene comune, non solo in Europa, ma nel mondo intero. Se capiamo il Regno di Dio come essendo laddove la volontà di Dio è fatta, allora possiamo certamente interpretare queste statistiche come una dimostrazione dell’espanzione attuale del regno di Dio nel mondo intero! La volontà di Dio comprende evidentemente lo sviluppo della vita umana.

Lo sviluppo umano va oltre la visione umanista limitata di Rosling. Implica delle vite trasformate e delle relazioni restaurate con Dio e con il prossimo.

In secondo luogo, in conseguenza, vorrei reiterare le quattro ‘app’ delle quali amo parlare, che possiamo scaricare nei nostri cuori e nei nostri pensieri per costruire la nostra fede, la nostra speranza e la nostra visione per il futuro:

L’app ‘Volontà di Dio’ Sembra semplicistico, ma il mio punto di partenza per pensare al futuro è che è sempre la volontà di Dio che la volontà di Dio sia fatta; e non è mai la volontà di Dio che la sua volontà non sia fatta. Rifiutiamo la visione fatalistica e pessimistica del futuro.

L’app ‘grano e zizzania’ La parabola di Gesù c’insegna che il bene ed il male cresceranno insieme fino al momento della mietitura/giudizio. I media si focalizzano sulla ‘zizzania’. Non sentiamo tanto detto sugli sviluppi calmi, gradualmente positivi, che Rosling metteva in evidenza, o delle piccole azioni amabili e fedeli di tutti i giorni, alimentando la vita e la società. Dobbiamo cercare la crescita del ‘grano’, ciò che Dio fa in mezzo a noi.

L’app ‘morte e resurrezione’ Il Cristianesimo parla di morte…e di resurrezione, in modo supremo in Gesù, ma pure attraverso la storia della chiesa. Spesso, quando le cose sembrano perse o morte, lo Spirito Santo inizia qualcosa di nuovo da un angolo inaspettato – come in Galilea, o in Irlanda, o in Cina…

L’app ‘minoranza fedele’ Dio ha sempre operato per i suoi obiettivi attraverso la minoranza ubbidiente attraverso la storia della Bibbia e della chiesa. Non soffriamo d’un complesso di minoranza. Abbracciamo questo ‘complesso di minoranza creativa’.

In terzo luogo, non vediamo l’ora di vedere un anno di nuovi sviluppo positivi dentro ed intorno al Centro Schuman, iniziando il mese prossimo con l’inaugurazione del Centro culturale Look Up, une libreria – più un piano sotto la Upper Room (cenacolo) offrendo dei prodotti e delle informazioni su Amsterdam, con una dimensione verticale, trascendentale. Con schermi piatti interattivi ed iPad, il centro offrirà ai visitatori delle prospettive attraverso delle presentazioni video, delle mostre e delle discussioni.

Per chi vuole andare ‘più lontano e più in alto’, il programma della Upper Room (cenacolo) si coordinerà con i temi del centro Look-Up con delle trasmissioni in diretta delle Conferenze Schuman su dei temi tematici, le giornate di studi europei, i corsi ‘Re-Bible’ sul modo in cui la Bibbia ha formato il nostro mondo, e degli eventi intorno ad un libro o ad un film.

In realtà, ci vorrebbe più spazio per dire tutto ciò che quest’anno ci riserva: il Forum sullo stato dell’Europa a Bucarest a maggio, il programma di master iniziando a giugno, il Giro continentale dell’eredità a luglio, le visite guidate Soul of Amsterdam (anima d’Amsterdam) sui canali, e altro ancora.

Allora state sereni e restate sintonizzati.

Jeff Fountain

Direttore Centro Schuman

Per altri articoli di Jeff Fountain, visitate www.weeklyword.eu/it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top